Lenti a contatto ai tempi del coronavirus: scudo di protezione o fonte di infezione?

Lenti a contatto ai tempi del coronavirus: scudo di protezione o fonte di infezione?

Il coronavirus continua a espandersi e a tormentarci. E molte persone che indossano le lenti a contatto si domandano se queste possano aumentare il rischio di contagio. Allo stesso tempo coloro che portano gli occhiali stanno constatando come questo supporto visivo implichi sfide completamente nuove, come quando si appanna ogni volta che viene usato in combinazione con la mascherina facciale. Alcuni stanno pensando di comprare le lenti a contatto. Ha senso? Cosa protegge di più dal coronavirus: occhiali o lenti a contatto? O nessuno dei due? E cosa potete fare attivamente per ridurre il rischio di contagio? Abbiamo raccolto per voi le domande più frequenti su lenti a contatto e coronavirus, cercando di rispondere nel modo migliore possibile, ovvero in base alle informazioni più aggiornate.

Si può contrarre il coronavirus attraverso gli occhi?

Teoricamente è possibile. Se una persona infetta tossisce o starnutisce nelle immediate vicinanze e il coronavirus raggiunge il vostro liquido lacrimale, può arrivare anche a naso e bocca. È inoltre possibile un'infezione da contatto se vi strofinate gli occhi con le mani sporche. Mantenere la distanza e lavarsi accuratamente le mani sono quindi misure importanti per proteggersi da un contagio attraverso gli occhi.

Indossare le lenti a contatto aumenta il rischio di diffusione del virus negli occhi?

Secondo le informazioni attuali i portatori di lenti a contatto non sono maggiormente a rischio rispetto ad altri soggetti, a condizione ovviamente che utilizzino le lenti in modo corretto e rispettino le regole di igiene. Ovvero:

  • Non indossate le lenti a contatto più del necessario e concedete ai vostri occhi qualche pausa dalle lenti. A casa utilizzate gli occhiali.
  • Pulite accuratamente le lenti a contatto dopo averle indossate. Strofinatele, sciacquatele e riponetele per un tempo sufficiente in una soluzione detergente con azione disinfettante adatta alle vostre lenti. Rispettate con attenzione il tempo minimo necessario per disinfettare a fondo le lenti indicato sulla confezione della soluzione detergente.
  • Lavatevi accuratamente le mani prima di applicare e rimuovere le lenti, ovvero con sapone e per un tempo sufficiente (20 secondi a mano).

Photo by Ani Kolleshi on Unsplash

Il mio ottico continua ad essere chiuso. Posso ordinare le lenti a contatto online durante il periodo del coronavirus?

Sì e no. È fondamentale che acquistiate soltanto ed esattamente le lenti a contatto che il vostro ottico vi ha consigliato e adattato. Devono avere le caratteristiche appropriate, e quindi il materiale, la grandezza e la forma giusta, in modo che le lenti si adattino correttamente ai vostri occhi.

Solo lenti a contatto ben adattate garantiscono una protezione efficace contro le infezioni da contatto.

Se acquistate a caso le lenti a contatto, ad esempio online, può succedere che materiale, dimensioni e forma non corrispondano a ciò che i vostri occhi necessitano. Oltre ai danni non visibili che ciò può inizialmente causare,  le conseguenze  chiaramente percepibili sono attualmente particolarmente rilevanti. Perché le lenti che non sono stabili o provocano prurito fanno sì che vi tocchiate gli occhi (consapevolmente o inconsapevolmente)  aumentando così il rischio di infezioni da contatto.

E ancora, l’adattamento delle lenti non permette soltanto di scegliere lenti adeguate ma anche il corretto detergente, ovvero un prodotto ideale per i vostri occhi e le vostre lenti. Solo in questo modo siete sicuri che le vostre lenti a contatto siano il più possibile prive di germi una volta tolte e riposte nella soluzione.

Molti ottici offrono una consulenza telefonica anche a negozio chiuso. Provate questa opzione prima di precipitarvi a comprare le lenti a contatto online o in drogheria.

Lenti a contatto e soluzione disinfettante per le mani vanno d'accordo?

Le soluzioni disinfettanti per le mani che uccidono i virus sono spesso abbastanza aggressive. Lo notate da soli: quando le usate le vostre mani bruciano. È fondamentale che queste soluzioni non vengano a contatto con gli occhi o con le lenti a contatto. Assicuratevi che la soluzione disinfettante si assorba completamente prima di maneggiare le lenti a contatto. Se inavvertitamente il disinfettante entra in contatto con le lenti, toglietele immediatamente e detergetele in modo accurato dopo esservi lavati le mani col sapone. E se gli occhi bruciano, sciacquateli per alcuni minuti con acqua corrente fredda. Quindi aspettate che scompaia la sensazione di bruciore per riapplicare le lenti a contatto. In caso di disturbi persistenti, non indossate le lenti e rivolgetevi a un oculista o a un ottico. In generale, il disinfettante per le mani non sostituisce un lavaggio accurato delle mani con acqua e sapone.

È possibile che lenti a contatto e occhiali agiscano persino come barriera contro il coronavirus?

Per le lenti ciò non è vero, poiché sono a contatto diretto con il liquido lacrimale. Gli occhiali invece possono agire in parte come “scudo protettivo” contro il coronavirus perché tengono lontano dagli occhi le goccioline volatili. Anche in questo caso è però fondamentale che dopo averli indossati vengano lavati accuratamente, ovvero con acqua e detersivo per piatti. Proprio in questo periodo, la primavera, gli occhiali da sole proteggono gli occhi dalla dannosa luce UV del sole ma anche dall’abbagliamento e in misura minore anche da pollini o altri agenti che volando irritano gli occhi e ci inducono quindi a toccarci il viso.

Photo by andrew dinh on Unsplash

Inoltre, molto movimento, luce del sole e aria fresca fanno bene al corpo e rafforzano il sistema immunitario: questo diventa estremamente importante in caso di contagio. Proprio nell'attività sportiva le lenti a contatto rappresentano il supporto visivo scelto da molte persone. Quindi lavatevi le mani, prendete le vostre lenti e i vostri occhiali da sole e fate qualcosa di buono per il vostro corpo. Questo fa bene alla salute e rende felici, quindi risulta efficace contro il virus.