Surfen mit Kontaktlinsen

Sport acquatici con le lenti a contatto: nessun problema con gli occhiali

Lenti a contatto e acqua non vanno d'accordo. Proprio nello sport le lenti a contatto sono tuttavia il supporto visivo ideale. Allora cosa fare quando acqua e sport si uniscono? Lenti a contatto e sport acquatici vanno d'accordo? Ovvero, quanto possono avvicinarsi le lenti a contatto all'habitat naturale dei surfisti, tuffatori, canoisti e velisti? Fanno parte delle attrezzature utili per gli sport acquatici?

Lenti a contatto e surf: una caduta provoca il rigonfiamento della lente

Quando penso agli sport acquatici, mi viene subito in mente il surf. Ai bei ragazzi e ragazze da spiaggia che cavalcano disinvolti le onde. Poi penso a me, che come una talpa mi faccio rapidamente largo fra le onde e ancora prima del momento di sollevarmi sulla tavola intuisco che verrò spazzata via. Non è bello, né per la surfista amatoriale e ambiziosa né per le lenti morbide negli occhi.

Ma anche i migliori surfisti finiscono, volontariamente o meno, sempre nell'acqua. Il rischio che le lenti entrino a contatto con l'acqua è quindi davvero elevato. Chi per surfare non vuole rinunciare alle lenti a contatto deve sempre indossare un paio di occhialini da nuoto. Così le ragazze da spiaggia imbranate possono almeno salutare facilmente i pesci sott'acqua.

A proposito di "sott'acqua":

Immersione con le lenti a contatto: solo con supporto visivo

Anche negli sport sotto la superficie dell'acqua è molto diffuso il fattore "essere di tendenza". Le inesperte come me gironzolano con il boccaglio nella brodaglia vicino alla riva, con il sedere bene in vista che emerge dall'acqua. Chi invece ci tiene un po' di più, si allaccia le bombole di ossigeno sulla schiena, va oltre la scogliera e nuota insieme ai mostri marini.

Tauchen mit Kontaktlinsen

Photo by Jakob Owens on Unsplash

Breve storia attinente: si dice che sott’acqua si veda automaticamente meglio. Il motivo è la diversa rifrazione della luce. Infatti le cose sott'acqua sono più grandi ma non per questo più nitide. Non vi servono di certo gli occhiali per vedere uno squalo gigantesco in acqua, ma se cercate invece i cetrioli di mare nell’insalata di alghe allora vi servono, eccome! Può trattarsi di una maschera da sub con correzione o lenti a contatto indossate insieme alla maschera da sub.

Lenti a contatto nelle immersioni: fate il test della vasca da bagno!

Quando ci si tuffa può succedere che l'acqua entri nella maschera. L'unica soluzione è rimuovere la maschera e svuotarla sott'acqua. In questa operazione le lenti rigide possono uscire dagli occhi; se si tengono gli occhi aperti sott'acqua le lenti morbide fanno come il pesce palla e si gonfiano. Entrambe le cose sono da evitare. Il mio suggerimento: esercitatevi a svuotare la maschera ad occhi chiusi nella vasca da bagno prima di provare nell'acqua del mare. Rimane tuttavia un rischio residuo.

Le lenti a contatto resistono alla pressione dell'acqua

Come reagiscono le lenti a contatto alla pressione sott'acqua? Nessuna reazione, né le lenti rigide né quelle morbide. L'unica cosa che può accadere è che durante l’immersione, a causa della variazione di pressione, potrebbero formarsi piccole bollicine di azoto nel liquido lacrimale. È più evidente con le lenti a contatto rigide poiché vengono continuamente lavate dalle lacrime. Sotto le lenti morbide in genere le lacrime sono quasi assenti, per questo non possono formarsi neanche le bollicine. Ma non preoccupatevi, se aprite e chiudete gli occhi regolarmente e in modo consapevole, le bollicine vengono rimosse e non disturbano più.

Lenti a contatto negli sport sull'acqua: occhiali a bordo

Per chi non ama molto il contatto eccessivo con l'acqua, può usare un mezzo di trasporto ed essere comunque considerata una persona che pratica sport acquatici. Ad esempio a bordo di una canoa o di una barca a vela. In questi casi il pericolo che l'acqua penetri nell'occhio e raggiunga la lente a contatto è molto basso. Potete quindi fare tranquillamente a meno di occhiali protettivi come gli occhialini da nuoto, ma non degli occhiali da sole. Perché proprio sull'acqua l'irradiazione UV del sole a cui si è esposti è maggiore. E poiché le lenti a contatto con filtro UV integrato non coprono l'intero occhio, dovete sempre avere con voi un paio di occhiali da sole.

Wassersport mit Kontaktlinsen

Photo by KAL VISUALS on Unsplash

Un riepilogo degli aspetti importanti per praticare sport acquatici con le lenti a contatto:

  • Le lenti a contatto sono adatte per gli sport acquatici, tuttavia devono sempre essere indossate insieme agli occhiali.
  • Le lenti a contatto possono essere facilmente combinate con qualsiasi tipo di occhiali: occhialini da nuoto, maschera da sub o occhiali da sole (sportivi).
  • Chi vuole fare immersioni a profondità elevate deve prima esercitarsi con lo svuotamento della maschera ad occhi chiusi nella vasca da bagno.
  • Aprire e chiudere regolarmente gli occhi previene la formazione di bollicine durante le immersioni.
  • Dopo aver praticato sport acquatici occorre pulire accuratamente le lenti a contatto.
  • La soluzione più igienica per gli sport nell'acqua, sotto e sull'acqua è rappresentata dalle lenti a contatto giornaliere.